Beautiful Blog

FRT Stagione 2019

 

Nelle date dal 25 al 28 Luglio 2019 il Firenze Race Team ha partecipato alla competizione di Formula SAE Italy, tenutasi all’autodromo Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari, dove con la sua FR-19T ha avuto la possibilità di confrontarsi con oltre 40 vetture provenienti da Università di tutto il mondo.

 

L’annata 2018/2019 è stata dura. Il team ha dovuto affrontare per tutta la durata dell’inverno la realizzazione della vettura in officina che, nonostante il prezioso aiuto dei nostri sponsor, ha richiesto grande impegno e serietà. Questo è stato ripagato da un grande bagaglio di esperienza che ogni membro porterà con sé e molto bel tempo passato insieme.

Tornando al capitolo estivo, i nostri ragazzi hanno potuto toccare con mano cosa significa una vera competizione di Motorsport: la preparazione, il viaggio, le ultime modifiche in pista prima di accendere i motori e sfrecciare tra i cordoli del circuito!

La monoposto ha passato agilmente le prove di scrutineering, dove è stata verificata la sicurezza della macchina. Il primo traguardo è stato raggiunto: la vettura che abbiamo progettato e realizzato è in grado di partecipare alla competizione, garantendo gli standard di sicurezza richiesti.

Successivamente abbiamo affrontato le prove statiche: nel Design Report abbiamo dovuto presentare il progetto della vettura davanti ad una commissione esaminatrice e spiegare quello che è stato l’iter progettuale seguito, con relative scelte e giustificazione; nel Cost Report abbiamo creato un modello di analisi dei costi della filiera produttiva completa che ha reso possibile la realizzazione del progetto, a partire dal costo di un operatore specializzato fino all’energia elettrica consumata da una macchina utensile; nella Business Report abbiamo redatto il business plan di un’ipotetica azienda che produca la nostra auto in una piccola produzione, analizzando costi, tempistiche, marketing e ricavi.

 

Siamo così arrivati finalmente alle prove dinamiche, dove abbiamo potuto confrontare la prestazione della nostra vettura contro quella delle numerose università presenti all’evento.

Seppur con delle difficoltà dovute a dei problemi tecnici del nostro cambio, nella prova di Acceleration abbiamo dimostrato la potenza dei cavalli del nostro motore, mentre nello Skidpad abbiamo messo a dura prova la dinamica del veicolo studiata dai nostri ragazzi. Passando alla prova di Autocross, che misura la prestazione del veicolo nel giro lanciato, la nostra vettura non è riuscita ad esprimere a pieno il suo potenziale. Infatti nel momento in cui i nostri piloti erano riusciti a prendere la giusta confidenza, il maltempo si è impossessato del circuito, facendo crollare le prestazioni e relegandoci ad un risultato tutt’altro che soddisfacente. L’Autocross valeva inoltre come qualificazione per la successiva prova, l’Endurance & Efficiency, alla quale siamo quindi partiti in una posizione svantaggiata. La prova dell’Endurance & Efficiency consiste in 25 giri del percorso, per un totale di 22 km da vivere con il fiato sospeso. Nonostante le condizioni ancora incerte abbiamo optato per la scelta delle gomme da asciutto, scelta che si è rivelata giusta e che ci ha permesso di avere un ottimo slancio iniziale. Purtroppo, per un problema di raffreddamento, la nostra monoposto non è stata in grado di concludere la prova, dovendo essere parcheggiata a bordo pista dal nostro pilota al giro 18.

Le classifiche finali ci vedono come:

Design Report: 24/42

Cost Report: 4/41

Business Report: 26/42

Acceleration: 17/43

Skidpad: 17/43

Autocross: 25/43

Endurance & Efficiency: 21/43

Overall: 21/43

Purtroppo, la competizione non è andata nel modo che speravamo, e soprattutto non è andata nel modo che questa vettura avrebbe meritato. Un piazzamento a metà classifica non ci soddisfa e non ci rappresenta. Rimangono delle note positive: il successo del Cost Report, che ci ha visti ad un soffio dal podio, ed i complimenti accolti della giuria nel Design Report, dove è stato visto in essa un gran potenziale nonostante numerosi errori.

Questo però non ci abbatte, anzi, ci rende ancora più motivati per affrontare questa nuova stagione con un grande entusiasmo! Siamo pronti a metterci di nuovo in gioco per raggiungere risultati decisamente migliori già dalla prossima estate, questa volta con un maggior bagaglio di esperienza e di competenze.

Ringraziamo l’Università degli Studi di Firenze ed i dipartimenti DIEF e DINFO per il supporto.

Ringraziamo inoltre i nostri sponsor, senza i quali la realizzazione di questa vettura non sarebbe stata possibile.