Motorshow Bologna

Il Firenze Race Team è stato presente al MotorShow di Bologna dal 2 al 10 di Dicembre. L’esperienza in fiera è iniziata il 30 di Novembre quando i nostri ragazzi sono partiti con il furgone in direzione Bologna con tutto il necessario per l’allestimento dello stand al Padiglione 16.

Il Padiglione 16 ospitava oltre a noi, numerosi altri team provenienti dagli Atenei di tutta Italia.

Durante la settimana erano previsti convegni, incontri e Digital Lab con professori universitari e Aziende del settore Automotive per studenti e per interessati ai vari argomenti.

Anche il Professore del nostro Ateneo, Giovanni Ferrara, insegnante al Dipartimento di Ingegneria Industriale, ha tenuto una lezione aperta dal titolo “Benzina o Diesel? Il futuro sarà ibrido… non solo termico-elettrico”. La lezione era incentrata sulla propulsione dei veicoli ibridi con i vantaggi che essi presentano e una differenziazione tra veicoli Ibridi elettrico-termico e veicoli ibridi HCCI (Homogeneous Charge Compression Ignition) cioè realizzati dalla “fusione” delle caratteristiche del motore ad accensione spontanea (tipicamente Diesel) e del motore ad accensione comandata (tipicamente Benzina). Nella prima parte del convengo c’è stata una contestualizzazione di ciò che significa trasformazione di energia chimica (combustibile) in energia Meccanica, del significato di “efficienza di un motore” e della differenza di efficienza tipica dei motori ad Accensione Comandata o dei motori ad Accensione Spontanea. Dopo questo tipo di analisi, il Professore, ha continuato sulla propulsione dei veicoli ibridi, dei vantaggi che essa ha, e delle differenze tra Ibrido elettrico-termico e ibrido basato appunto sulla cooperazione tra i princìpi del motore Benzina e del motore Diesel. La lezione è stata molto interessante e vivace, da spunto per le numerose domande dei presenti rivolte al Professore spinte dall’interesse e dalla voglia di approfondire queste tematiche così attuali.

Lo stesso giorno, è stato divertente partecipare alla diretta radio di Glabradio ( ritrovate l’intera diretta a questo link ). Il conduttore radio aveva dedicato una scaletta dedicata a noi Team di Formula Student. E’ stato un colloquio informale circa la nostra esperienza in Formula SAE, sull’organizzazione del team, sulle nostre risorse economiche e sui nostri sponsor. Non sono ovviamente mancate le domande relative alle scelte progettuali e soprattutto, nel nostro caso, la discussione si è incentrata sul tema Driverless (esperienze avute, struttura della vettura autonoma, come si realizza una vettura Driverless, domande sul livello dei team stranieri in questo ambito rispetto a quelli italiani).

Giovedì 7 Dicembre due dei nostri membri hanno partecipato all’evento Digital Lab Brembo organizzato da PoliHub in collaborazione con l’organizzazione del MotorShow. L’attività era una sorta di sfida volta a stimolare la creatività e il lavoro di gruppo.

Dopo una breve presentazione da parte del personale di Polihub e Brembo e della mission delle rispettive aziende, gli studenti sono stati suddivisi in gruppi misti tra i tutti i team presenti. E’ stato un lavoro molto stimolante di brainstorming in quanto gli studenti, a gruppi, tramite uno schema di partenza, dovevano interagire e cercare di trovare soluzioni e innovazioni tecnico-commerciali inerenti l’attività dell’Azienda Brembo.

Nella prima parte della giornata, è stata svolta un’attività mirata alla raccolta di informazioni e di identificazione del problema, con l’aiuto di referenti e tutor delle aziende prima citate. Mentre, nella seconda parte della giornata è stata svolta un’attività di brainstorming e formalizzazione dell’idea di servizio innovativo, con conseguente illustrazione da parte del portavoce del gruppo. I nostri colleghi del Firenze Race Team hanno sviluppato un’idea (basata sull’utilizzo di un’App) il cui obiettivo era quello di monitorare lo stile di guida al volante in modo tale da garantire una migliore sicurezza sulle strade. In base al corretto stile di vita alla guida i possibili clienti avrebbero ottenuto dei punti bonus spendibili sui prodotti Brembo.

Tra una lezione e un evento organizzato, i membri del Team sono stati soprattutto impegnati nell’esposizione della vettura. Numerosi sono stati i visitatori durante i 10 giorni che si sono accostati per curiosità alle vetture di Formula SAE. Sono nate tante discussioni intorno alla macchina nel rispondere alle domande, curiosità e obiezioni dei visitatori. Altrettanti sono stati i contatti con aziende del settore che si sono avvicinati e da cui abbiamo ottenuto buoni riscontri e possibili nuove collaborazioni.
Infine, non sono mancate domande più di carattere generale circa l’Università, il nostro rapporto con essa e sull’Offerta Formativa del nostro Ateneo, il quale appoggia la nostra attività.

L’esperienza al Motorshow è stata indescrivibile: confrontarsi con i visitatori e sbalordire le persone circa il lavoro che svolgiamo, confrontarsi e collaborare con i membri degli altri team di Formula SAE è stato vitale per creare coesione e per trovare nuove amicizie. Anche tanti personaggi del Motorsport sono venuti a trovarci tanto incuriositi da questi progetti universitari, per esempio Michele Pirro e Marco Lucchinelli.

I giorni purtroppo sono volati e già si sente la malinconia di quell’atmosfera così familiare respirata al Motorshow.

Vorremo Ringraziare il Nostro Ateneo, i nostri Professori, tutti i Team italiani, l’organizzazione del MotorShow, Polihub e tutti i visitatori che hanno reso questa esperienza in fiera incredibile.